Il Decreto introduce all’articolo 180 il “Ristoro ai Comuni per la riduzione di gettito dell'imposta di soggiorno e altre disposizioni in materia”. Viene istituito un Fondo con una dotazione di 100 milioni di euro per l'anno 2020, per il ristoro parziale dei comuni a fronte delle minori entrate derivanti dalla mancata riscossione dell'imposta di soggiorno o del contributo di sbarco, nonché del contributo di soggiorno.

Viene stabilito il ruolo di “responsabile del pagamento” dell’imposta di soggiorno per il gestore della struttura ricettiva, al fine di evitare che venga considerato dalla giurisprudenza “agente contabile”, con l’attribuzione di compiti e responsabilità previste per gli enti di riscossione.

Inoltre, per l’omesso, ritardato o parziale versamento dell’imposta di soggiorno si applicano le sanzioni amministrative tributarie previste dalla normativa vigente in caso di violazione dei termini per il versamento delle imposte (articolo 13 del decreto legislativo 18 dicembre 1997 n. 471, sanzione amministrativa pari al 30% di ogni importo non versato).


PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

Riferimento: Felicetta Stanco - Sezione Turismo
Telefono: 081.5836.229 | E-mail: stanco@unindustria.na.it

Centro Studi

Area Stampa