Il 26 marzo 2013 è stato pubblicato il bando MARCO POLO II, il programma europeo che finanzia progetti per la riduzione della congestione stradale promuovendo il passaggio a modi di trasporto di merci eco-compatibili, al fine di rendere il sistema dei trasporti più efficiente e sostenibile.
L’obiettivo generale del bando è di supportare azioni per il trasferimento del trasporto merci su strada a modi di trasporto più sostenibili e cioè il trasporto marittimo a corto raggio, il trasporto ferroviario e per vie d’acqua interne o ad una combinazione di modi di trasporto in cui i percorsi stradali siano limitati il più possibile.

Azioni del bando 2013 e priorità
Le misure proposte nel quadro del Work Programme Marco Polo 2013 devono contribuire a raggiungere gli obiettivi europei per una crescita sostenibile stabiliti nella Strategia Europe 2020.
Nel 2013 il programma supporta cinque tipi distinti di azioni:

1. Azioni di trasferimento modale cioè di trasferimento dal trasporto merci su strada al trasporto via mare a corto raggio, ferroviario e/o per vie d’acqua interne. Le azioni possono essere funzionali all’avvio di nuovi servizi o al rafforzamento di servizi già esistenti. Inoltre devono essere efficaci, ma non necessariamente innovative: l’unico scopo è di ridurre il traffico merci su strada.

2. Azioni catalizzatrici che cambiano il modo in cui il trasporto merci non su strada avviene nell’Unione europea.
In questo tipo di azioni le barriere strutturali nel mercato del trasporto merci in Europa devono essere superate attraverso soluzioni fortemente innovative.
Ciò deve essere realizzato dai candidati in tre fasi:

  • definizione delle barriere;
  • presentazione di una soluzione fortemente innovativa;
  • proposta di un servizio per il trasferimento modale del trasporto merci digrande potenziale e di pronta implementazione.

3. Azioni autostrade del mare che offrano un servizio integrato per il trasferimento delle merci da lunghi percorsi stradali a una combinazione di brevi percorsi via mare e altre modalità di trasporto.
Azioni di questo tipo devono essere innovative a livello europeo in termini di logistica, attrezzature, prodotti o servizi forniti. Le azioni devono fornire servizi di trasporto frequenti e di alta qualità, che permettano di movimentare grandi volumi di merci.
 

4. Azioni di riduzione del traffico che integrano il trasporto in logistiche di produzione riducendo così la domanda di trasporto merci su strada con un impatto diretto sulle emissioni. Azioni di questo tipo devono essere innovative e non devono avere effetti negativi sulla produzione e sulla forza-lavoro.

5. Azioni di apprendimento comune che rafforzano la conoscenza nel settore della logistica e del trasporto merci e promuovono metodi avanzati e procedure di cooperazione nel mercato delle merci. Lo scopo generale è di promuovere soluzioni intermodali che mirino al cambiamento delle modalità di trasporto e alla riduzione del traffico su strada.
In tutte le azioni elencate la disseminazione dei risultati deve essere garantita per l’intera durata della sovvenzione europea.
 

Criteri di ammissione e modalità di partecipazione
I criteri di eleggibilità definiscono lo scopo del bando e si applicano a tutte le cinque azioni elencate.
Criteri generali di eleggibilità:

Unicità: il tipo di azione per la quale viene proposto un progetto deve essere chiaramente specificata dal candidato.Ogni proposta può riferirsi a un solo tipo di azione: non ci possono essere più tipi di azioni per la stessa proposta.

Servizi di trasporto: la proposta deve riguardare servizi di trasporto o di logistica; ad esempio infrastrutture, ricerca o progetti di studio non sono eleggibili.

Dimensione europea Imprese: un’azione può essere presentata o da una singola impresa o da un consorzio di imprese stabilito in uno Stato membro dell’UE o in un paese partecipante al programma.In caso di azioni presentate dai consorzi, un’impresa deve essere identificata come partner leader.Il partner leader deve essere stabilito in uno Stato membro dell’UE o in un paese partecipante.
Un’impresa di un paese terzo confinante può anche essere coinvolta come partner associato (non come partner leader) nel progetto.
Dimensione europea – Costi: il budget finanzierà solo costi sostenuti nei territori dell’Unione europea o di paesi partecipanti al programma (in termini pratici ciò significa che la strada pianificata deve trovarsi sul territorio di uno Stato membro o di un paese partecipante al programma). Persone fisiche o giuridiche stabilite al di fuori di questi paesi non possono ricevere fondi europei attraverso questo bando nelle vesti di partner di progetto e i loro costi non sono eleggibili.
Tipo di entità legale: tutti i partecipanti del progetto devono essere persone giuridiche.
Devono essere imprese commerciali di proprietà pubblica o privata.
Enti di diritto pubblico che svolgono attività economiche secondo le leggi nazionali possono partecipare.
Le persone fisiche non sono eleggibili.
I partners del progetto devono dare prova del loro status di impresa commerciale, ad esempio fornendo il numero di registrazione IVA o di registrazione nel registro imprese.
Start-up dell’azione: il servizio o attività proposti devono avere inizio tra il 1° Ottobre 2012 e il 1° Ottobre 2014.
Non è possibile sovvenzionare retrospettivamente azioni già completate.

Il bando definisce, poi, i criteri specifici di eleggibilità per ogni tipo di azione.

Finanziamento della UE
Il contributo europeo è limitato al 35% del totale dei costi eleggibili necessari ed effettivamente sostenuti per le seguenti azioni:
- Azioni di trasferimento modale
- Azioni catalizzatrici
- Azioni autostrade del mare
- Azioni di riduzione del traffico
Mentre i costi per infrastrutture di supporto sono eleggibili fino al 20% del totale dei costi eleggibili.
Per le Azioni di apprendimento comune il contributo europeo è limitato al 50% del totale dei costi eleggibili necessari ed effettivamente sostenuti.
Per questo tipo di azione il supporto finanziario europeo sarà condizionato al reale raggiungimento dei principali obiettivi previsti nell’Allegato I del futuro contratto di sovvenzione.
Solo i costi sostenuti dopo la presentazione della domanda sono eleggibili per il finanziamento europeo.


Budget
Il budget disponibile per questo bando è di 66.7 milioni di euro.

Calendario
Le azioni devono avere inizio tra il 1° Ottobre 2012 e il 1° Ottobre 2014.

Scadenza presentazione candidature: 23 agosto 2013

Apertura delle candidature: settembre 2013

Data prevista per la firma dei contratti: prima metà del 2014

Contatti

E-mail: eaci-marco-polo-helpdesk@ec.europa.eu

Sito di riferimento

http://ec.europa.eu/transport/marcopolo/index_en.htm

 


PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

Riferimento: Cristiana Borrelli - Economia d’Impresa e Internazionalizzazione
Telefono: 081.5836.220 | E-mail: borrelli@unindustria.na.it

Centro Studi

Area Stampa