Comunichiamo la pubblicazione del Bando INAIL ISI 2014 (Gazzetta ufficiale del 19 dicembre 2014, n. 294) che destina alle imprese, per la realizzazione di progetti di investimento per migliorare le condizioni di salute e sicurezza sul lavoro, risorse per un importo pari a € 267.427.404 ripartito in budget regionali (in allegato, l’estratto dell’avviso pubblico).
Le imprese potranno compilare le domande on­line dal 3 marzo 2015 e fino alle ore 18:00 del 7 maggio 2015.
Per la presentazione della domanda viene confermato lo strumento del bando a sportello, secondo quanto previsto dal D.Lgs 123/1998.
La data e l’ora per l’inoltro on­line delle domande (click day) saranno pubblicate nel sito internet dell'Inail a partire dal 3 giugno 2015.
Nel merito le imprese possono presentare un solo progetto, per una sola unità produttiva su tutto il territorio nazionale, riguardante una sola tipologia tra quelle sotto indicate:
a) Progetti di investimento;
b) Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.
Sono escluse le imprese che hanno ottenuto il provvedimento di ammissione al contributo relativamente agli avvisi pubblici 2011, 2012 e 2013 e al cosiddetto Bando Fipit 2014.
Il Bando 2014 presenta alcune novità rispetto al bando dello scorso anno, in particolare, relativamente ai progetti di investimento, segnaliamo:
• la modifica delle tabelle relative alle tipologie di intervento: in un’ottica di semplificazione e per rendere immediata evidenza del punteggio attribuito, sono state accorpate in un'unica sottosezione denominata tipologia di intervento le sottosezioni 3, 3bis e 4 (della sezione parametri e punteggi relativi al progetto – presenti nel precedente bando);
• la rivisitazione dei fattori di rischio sui quali incide l’intervento: sono state modificate alcune voci rispetto allo scorso anno (ad esempio è stata inserita una nuova voce relativa agli ambienti confinati, etc);
• la rivisitazione degli interventi mirati alla riduzione dei rischi di infortunio riconducibili alla 1°, 2°,3°, 4°, 5° causa di infortunio, che la procedura informatica indicherà in maniera automatica.
Relativamente ai progetti legati all'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, segnaliamo:
• la modifica dei parametri che determinano il punteggio: in particolare sono stati allineati i criteri adottati a quelli dell' OT24, attribuendo lo stesso punteggio sia nel caso in cui la certificazione sia stata adottata da un Ente accreditato presso Accredia, che da un soggetto accreditato presso altro ente.
È stato inoltre:
• modificato il calcolo del punteggio legato alla rischiosità della lavorazione (rappresentata dalla voce di tariffa selezionata dall'impresa) sulla quale è richiesto l'intervento: nel bando 2013 era legato alla voce prevalente per numero di lavoratori nella PAT, ora ha una diretta corrispondenza con l'effettiva rischiosità sulla quale l'intervento proposto dall'impresa va ad incidere;
• introdotto un nuovo criterio di punteggio relativamente agli interventi che sono oggetto di informativa da parte di RLS/RLST (modulo E2).

Il testo del bando e i singoli avvisi regionali sono disponibili sul sito internet dell’INAIL al link http://www.inail.it/internet/default/INAILincasodi/Incentiviperlasicurezza/BandoIsi2014/index.html

Su questo argomento e -  più in generale - in ordine agli incentivi in materia di sicurezza sul lavoro, sarà organizzato, alla ripresa delle attività lavorative dopo queste festività, un seminario informativo.Ve ne daremo tempestiva informativa.


PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

Riferimento: Francesco Mazzeo - Lavoro e Affari Sociali
Telefono: 081.5836.143 | E-mail: mazzeo@unindustria.na.it

Centro Studi

Area Stampa