Un nuovo report pubblicato dal Fondo Monetario Internazionale illustra come negli ultimi anni le spese pubbliche per ricerca e sviluppo in ambito energetico siano passate dal finanziare ricerche nel settore dei combustibili fossili e del nucleare a sostenere tecnologie e ricerche innovative in ambito risorse rinnovabili ed efficienti

L'analisi si basa sui dati relativi a 30 paesi raccolti dall'OECD e dimostra come nelle economie più avanzate la spesa per la ricerca e lo sviluppo "green" costituisca oggi il 61% della spesa R&D nel campo dell'energia, comparata  al 25% del 1990.

 

 

Centro Studi

Area Stampa