Nato a Napoli il 4 gennaio 1862. Industriale metalmeccanico e finanziere, fu tra i soci fondatori dell’Unione.
Si formò nell’azienda del padre Carlo, una società di rappresentanza di prodotti agricoli e industriali, poi specializzatasi nel commercio di ferro e di ferramenta. Una svolta nella storia degli affari di famiglia si ebbe alla fine dell’Ottocento, con l’acquisto del pacchetto di controllo della Banca popolare di Napoli e di una partecipazione nella Società d’assicurazioni diverse (Sad). L’incarico imprenditoriale di maggiore prestigio ricoperto da Cutolo fu quello di amministratore dei due stabilimenti Ilva di Bagnoli e Torre Annunziata.
La sua nomina, nel 1925, a Presidente dell’Unione Industriali fu scontata. All’interno dell’organizzazione, infatti, era la personalità più nota dopo Capuano.
Trasferì l’Associazione dalla sede iniziale di via Santa Brigida 51 al secondo piano di palazzo Partanna. Morì a Napoli nel 1932.

Centro Studi

Area Stampa