Sono stati annunciate il 16 maggio 2019 durante la conferenza VivaTech a Parigi le quattro vincitrici dell'EU Prize for Women Innovators 2019, finanziato nell'ambito di Horizon 2020, il programma di ricerca e innovazione europeo.

Le vincitrici, che riceveranno ognuna 100.000 euro per il proprio lavoro, sono:

  • Irina Borodina (Lituania), co-fondatrice e CTO di BioPhero, un'azienda biotech che produce feromoni in alternativa ai pesticidi;
  • Martine Caroff (Francia), fondatrice e CSO di due aziende biotecnologiche: LPS-BioSciences, che è specializzata in endotossine batteriche per i vaccini, diagnosi in vitro, cosmetici così come dispositivi medici e HEPHAISTOS-Pharma che sviluppa l'immunoterapia per l'oncologia;
  • Shimrit Perkol-Finkel (Israele), co-fondatrice e CEO di ECOncrete Tech, un'azienda che fornisce soluzioni concrete sensibili sotto il profilo ambientale promuovendo così il valore biologico ed ecologico delle infrastrutture marine, costiere ed urbane.

Il titolo di Raising Innovator Prize - dedicato alle imprenditrici under 30 - va a Michela Puddu, italiana, CEO di Haelixa, azienda che utilizza soluzioni tracciabili intelligenti basate sul DNA, in particolare per prodotti sostenibili come il cotone organico.

 

 


PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

Riferimento: Donatella Peisino - Ricerca, Innovazione, Start up, Internazionalizzazione
Telefono: 081.5836.144 | E-mail: peisino@unindustria.na.it

Centro Studi

Area Stampa