La Commissione europea ha nominato il professor Mauro Ferrari prossimo presidente del Consiglio europeo della ricerca (CER), l'organismo che ha il compito di sostenere finanziariamente la ricerca scientifica di punta condotta su iniziativa dei ricercatori in Europa.

Il professor  Ferrari assumerà le nuove funzioni il 1º gennaio 2020.

Nel quadro del prossimo bilancio a lungo termine dell'UE la Commissione ha proposto il più ambizioso programma europeo di ricerca e innovazione mai concepito, Horizon Europe, su cui è stato raggiunto un accordo politico lo scorso aprile. 

Horizon Europe tutelerà l'indipendenza del CER nell'ambito del consiglio scientifico e l'eccellenza scientifica quale esclusivo criterio selettivo.

La Commissione ha proposto un aumento significativo del bilancio per il CER per portarlo dai 13,1 miliardi di EUR del periodo 2014-2020 a 16,6 miliardi di EUR per il periodo 2021-2027.

Horizon Europe tutelerà l'indipendenza del CER nell'ambito del consiglio scientifico e l'eccellenza scientifica quale esclusivo criterio selettivo.

La Commissione ha proposto un aumento significativo del bilancio per il CER per portarlo dai 13.1 miliardi di euro del periodo 2014-2020 a 16.6 miliardi di euro per il periodo 2021-2027.

 

 


PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

Riferimento: Donatella Peisino
Telefono: 081.5836.144 | E-mail: peisino@unindustria.na.it

Centro Studi

Area Stampa