Si comunica che è stato pubblicato l'Avviso della Regione Campania : "Realizzazione di piattaforme tecnologiche nell'ambito  dell'Accordo di Programma Distretti ad Alta Tecnologia, Aggregazioni e Laboratori Pubblico Privati per il rafforzamento del potenziale scientifico e tecnologico della Regione Campania”.

Il Bando è stato pubblicato nell'ambito Obiettivo Tematico 1 "Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'Innovazione" del PO Campania FESR 2014/2020 e dell’obiettivo specifico 1.2 “Rafforzamento del sistema innovativo regionale e nazionale".

Le risorse finanziarie stanziate sono pari a 66 milioni di euro.

Finalità e obiettivo dell’Avviso: L'Avviso si pone l’obiettivo di sostenere Progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, nonché connesse attività di formazione presentati dalle Aggregazioni pubblico-private (APP) e Distretti ad Alta Tecnologia (DAT), così come definiti nel Bando.

Soggetti partecipanti: L'Avviso è aperto ai Distretti ad Alta Tecnologia e Aggregazioni Pubblico Private, che presentano i seguenti requisiti:

  1. rientrare nella definizione di DAT e APP del Bando
  2. sono costituiti in una delle forme previste dall’art. 4 del DD 713/2010 allegato
  3. tutti i soggetti partner del DAT/APP, abbiano al momento della presentazione della domanda almeno una sede operativa in Regione Campania
  4. abbiano ambiti di sviluppo tecnologico coerenti con gli ambiti tecnologici di intervento individuati dalla RIS3 Campania e si collochino in un esclusivo e prevalente dominio tecnologico-produttivo prioritario
  5. il cui Soggetto Gestore sia un soggetto formalmente costituito e abbia proposto uno Studio di fattibilità i. presentato a valere sul titolo III dell’Avviso PON R&C 2007-213 di cui Decreto Direttoriale n. 713/Ric. del 29 ottobre 2010 e approvato con Decreto Direttoriale n. 190/Ric. del 23 aprile 2012
  6. abbiano presentato, anche per il tramite dei propri partner, uno dei progetti presenti nelle Tabelle 2 e 3 di cui all’Addendum APQ MIUR-Regione Campania.

Requisiti dei Progetti di sviluppo dei DAT/APP Campania: i progetti devono prevedere lo sviluppo di attività di R&S e di eventuali connesse attività di formazione di ricercatori e/o tecnici di ricerca. Le attività di R&S dovranno ricomprendere attività di sviluppo sperimentale per un importo inferiore al totale dei costi preventivati e ritenuti ammissibili per le attività di ricerca industriale.

Il costo del singolo progetto, comprensivo della formazione, non può essere superiore a 25 Milioni di Euro, mentre il costo sostenuto dal singolo soggetto proponente non può superare i 10 Milioni di Euro, in rapporto a ciascun progetto.

Costi ammissibili: Sono ammissibili ad agevolazione le spese  connesse alle attività di R&S ed alle attività di formazione previste dall’Avviso.

 Intensità del contributo e agevolazioni concedibili: per i Progetti di sviluppo dei DAT/APP Campania le agevolazioni sono concesse:

- per le attività di R&S svolte dalle imprese e dagli Organismi di ricerca privati, le agevolazioni sono concesse nella forma di aiuto alla spesa, per una percentuale nominale dei costi ammessi nei limiti delle intensità massime di aiuto stabilite dall’art. 25 - Aiuti a progetti di ricerca e sviluppo del Regolamento GBER.

- per le attività di R&S svolte dagli Organismi di ricerca pubblici , le agevolazioni sono concesse nella forma di aiuto alla spesa, per una percentuale nominale delle spese ammesse complessive fissata all’80%.

Modalità di partecipazione: le domande dovranno essere compilate e presentate esclusivamente per via telematica, attraverso la piattaforma informatica raggiungibile attraverso i siti internet: www.regione.campania.it e www.innovazione.regione.campania.it  secondo gli schemi e le modalità di presentazione delle domande che saranno resi noti con il successivo Decreto Dirigenziale di attuazione.

In allegato il Decreto Dirigenziale n. 350 del 25 maggio 2017 e il Decreto Direttoriale MIUR n. 713/Ric del 29 ottobre 2010.

Centro Studi

Area Stampa