Dal 15 ottobre u.s. è on-line la “Vetrina delle migliori idee” con le prime 11 start-up selezionate dal Comitato Congiunto Confindustria - Intesa Sanpaolo nell’ambito del progetto ADOTTUP.
 

La Vetrina - che contiene alcune informazioni sulle startup selezionate - sarà aggiornata e integrata nel tempo per tenere conto dei percorsi formativi, delle nuove candidature e delle successive valutazioni.


Gli imprenditori interessati a verificare la presenza di un’idea di impresa di interesse per le proprie strategie aziendali, possono compilare il form di registrazione presente sul sito.


Per ulteriori informazioni e/o approfondimenti è possibile rivolgersi a: dott.ssa Donatella Peisino, Ricerca e Innovazione – tel. 0815836144,e-mail: peisino@unindustria.na.it.

 

6 ragioni per adottare una Startup:


1.Condividere servizi
2.Investire risorse finanziarie
3.Incrementare l’innovazione trasversale
4.Investire in R&D per vie esterne
5.Arricchire il proprio sistema di offerta
6.Diversificare il proprio business


1) Condividere servizi
A seguito di processi di ristrutturazione o innovazione attuati nel tempo, una PMI può disporre di spazi - capannoni, uffici, etc. - e servizi - rete ICT, reception, guardiania e logistica, etc.- da rendere disponibili ad altre strutture compatibili con la propria. In questo caso, la PMI può offrire un servizio base - tipico della maggior parte degli incubatori - ed ottimizzare, al contempo, i costi evitando investimenti in nuove strutture.

2) Investire risorse finanziarie
L’investimento finanziario in una startup è, in genere, un investimento a basso livello di entrata. Infatti, anche in caso di business molto innovativi - e pertanto incerti – l’investimento può essere controllato e graduato in relazione alla progressiva riduzione di incertezza. Eventuali crediti per la fornitura di servizi o materie prime possono essere tramutati in investimenti finanziari.

3) Incrementare l’innovazione trasversale e organizzativa
Un’impresa di successo è spesso un’impresa innovativa. Tuttavia, l’adozione di una startup - flessibile in tutti i suoi comportamenti organizzativi - è di per sé un fattore di dinamismo e velocità in grado di contagiare positivamente l’adottante. Adottare una startup significa, spesso, associare persone di alto potenziale già selezionate dal percorso di creazione d’impresa.

4) Investire in R&D per vie esterne
Una PMI può avere difficoltà a strutturare funzioni e processi di R&D in azienda e, soprattutto, a strutturare procedure e strumenti di gestione e controllo degli investimenti e dei risultati. Affidarsi a un’entità esterna - dotata di un team dedicato, in via prioritaria, all’innovazione - può rappresentare una soluzione efficace per diversificare gli investimenti in R&D.

5) Arricchire il proprio “sistema di offerta”
Le PMI hanno necessità di introdurre nuove tecnologie per raggiungere nuovi mercati. Molte sono le startup provenienti da settori high-tech che possono proporre/gestire soluzioni e strumenti digitali innovativi quali l’e-commerce, il social-commerce, la fornitura di servizi on-line ed altri.

6) Diversificare il proprio business
Le PMI possono crescere attraverso le “reti di impresa” integrandosi con aziende che operano in business diversi al fine di evitare la complessità di una diversificazione interna alla propria azienda. Le startup possono essere una grande opportunità per diversificare il proprio business e/o esplorare mercati diversi.

 


PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

Riferimento: Cristiana Borrelli - Economia d’Impresa e Internazionalizzazione
Telefono: 081.5836.220 | E-mail: borrelli@unindustria.na.it

Centro Studi

Area Stampa