Si comunica che la Commissione Europea ha pubblicato il quadro di valutazione annuale che mette a confronto i risultati ottenuti nel campo della ricerca e dell'innovazione dagli Stati membri dell'Unione Europea, mettendo in luce i punti di forza e di debolezza dei relativi sistemi di ricerca e innovazione.

Il documento integrale è disponibile per la consultazione e il download sul sito della Commissione europea al seguente link:
http://ec.europa.eu/enterprise/policies/innovation/policy/innovation-scoreboard/index_en.htm

Di seguito una sintesi della performance dell’Italia:

L'Italia è un innovatore moderato. Il suo rendimento innovativo è cresciuto costantemente fino al 2012, registrando un lieve calo nel 2013. La resa innovativa del paese rispetto all'UE è cresciuta, raggiungendo l'80% nel 2013.
L'Italia presenta risultati inferiori alla media dell’UE per la maggior parte degli indicatori. I punti deboli relativi risiedono nei Dottorandi extraeuropei e nelle PMI innovative che collaborano con altre. I punti di forza relativi si osservano nelle Co-pubblicazioni scientifiche internazionali e nei Disegni e modelli dell'UE.
L'Italia ha registrato una crescita per la maggior parte degli indicatori. Si osserva una forte crescita nei Dottorandi extraeuropei, nelle Entrate dall'estero derivanti da licenze e brevetti, nelle Co-pubblicazioni scientifiche internazionali e nei Marchi dell'UE. Si registra invece un rallentamento della crescita negli Investimenti di venture capital, nelle Spese per l'innovazione diverse da quelle per attività di R&S, nei Disegni e modelli dell'UE e nell'Occupazione in attività a elevata intensità di conoscenza.

In allegato il documento che illustra i principali risultati dello studio e gli indicatori di riferimento utilizzati per realizzarlo.
 


PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

Riferimento: Cristiana Borrelli - Economia d’Impresa e Internazionalizzazione
Telefono: 081.5836.220 | E-mail: borrelli@unindustria.na.it

Centro Studi

Area Stampa