Ricordiamo che è stato istituito, presso questa Unione, uno “Sportello” che  offre un servizio informativo e di accompagnamento per favorire l’accesso delle aziende associate alle agevolazioni previste dal Fondo “Jeremie”.

Lo Sportello ha registrato, ad oggi, la presenza di n. 47 aziende e sono stati erogati finanziamenti a tasso agevolato per un ammontare di circa 6 milioni di euro.

Riportiamo, di seguito, le principali caratteristiche del predetto Fondo.

Finalità
UNICREDIT S.p.A., EIF (European Investment Fund), MCC S.p.A. e Regione Campania supportano gli investimenti e la crescita delle imprese (Micro e PMI) attive nella Regione Campania per la promozione di azioni per lo sviluppo del sistema produttivo.

Beneficiari
Micro, piccole e medie imprese, costituite anche in forma cooperativa e in consorzi di imprese, industriali, artigianali, commerciali e di servizi con sede legale e/o unità produttiva nel territorio della Regione Campania che realizzano investimenti materiali ed immateriali.

Finanziamento
Il finanziamento si concretizza in un prestito chirografario o ipotecario composto per il 55% da fondi di UniCredit a tasso convenzionato e per il 45% da Fondi Jeremie con rimborso del solo capitale (tasso zero).

Attività finanziabili
Costi immateriali capitalizzati (esempio: spese di ricerca, brevetti) o Immobilizzazioni materiali (esempio: macchinari impianti attrezzature);
Immobilizzazioni immateriali e/o materiali + incremento del capitale circolante per sviluppo dell’attività ovvero da mettere in relazione a investimenti produttivi realizzati e/o da realizzare (come da business plan);

Le spese relative al circolante per attività riconducibili a:
Sviluppo di business a lungo termine (immobilizzazioni materiali ed immateriali);
Finanziamento del capitale circolante, collegato ad attività di sviluppo o espansione;
Puro capitale circolante
(come ad esempio materie prime, scorte, manufatti, manodopera, inventari e spese generali, finanziamento di crediti commerciali esigibili, vendita di crediti non al consumo) collegato allo stabilimento, al rafforzamento o all’espansione o ad attività di business nuova o esistente di una PMI come evidenziato e descritto dal business plan proposto dall’impresa.

Escludendo unicamente la finanziabilità di spese per circolante riconducibili ad attività puramente finanziarie o lo sviluppo di attività immobiliari se intraprese come attività di investimento finanziario o l’esborso di finanza al consumo.

Importo
Importo minimo 10.000 euro e massimo 1.500.000 euro. Il finanziamento può essere richiesto per il 100% degli investimenti programmati. Una PMI può anche richiedere più prestiti a condizione che l’importo massimo complessivo dei prestiti non superi il 1.500.000,00 euro.

Durata
La durata dell’operazione può variare da un minimo di 1 anno ad un massimo di 10 anni compreso il periodo di pre-ammortamento (pari a massimo 1/3 della durata complessiva del finanziamento).
 
Modalità di erogazione
L’erogazione del finanziamento a favore delle imprese può avvenire in unica soluzione o con massimo due Stati di avanzamento lavori, per un importo complessivo non inferiore a 10.000 euro.

Le aziende interessate possono compilare e restituire la scheda, che si allega, all’indirizzo dalmontecasoni@unindustria.na.it
 

 

Scarica questo file (scheda_j.docx)Scheda J17 kB

PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

Riferimento: Cristiana Borrelli - Economia d’Impresa e Internazionalizzazione
Telefono: 081.5836.220 | E-mail: borrelli@unindustria.na.it

Centro Studi

Area Stampa