• 1
  • 2
  • 3
  • 4
IN EVIDENZA
PER GLI ASSOCIATI
NEWS, EVENTI E SCADENZE

A partire dal giorno 18 ottobre 2023, dalle ore 10.00 alle ore 17.00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, sarà possibile presentare, esclusivamente tramite la procedura informatica, le domande di ammissione delle agevolazioni “Investimenti sostenibili 4.0 – PN RIC 2021-2027”. Nel dettaglio, i termini e le modalità di presentazione, sono definite dal decreto direttoriale 29 agosto 2023 del Ministero delle Imprese e del Made in Italy (allegato). 

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha pubblicato il decreto direttoriale 29 agosto 2023 che definisce i termini e le modalità di presentazione delle domande di ammissione alle agevolazioni di cui al decreto ministeriale 15 maggio 2023 - Investimenti sostenibili 4.0 PN RIC 2021-2027.

Le domande di accesso alle agevolazioni, redatte in lingua italiana, possono essere presentate esclusivamente tramite la procedura informatica, accessibile nell’apposita sezione “Investimenti sostenibili 4.0 – PN RIC 2021-2027” del sito web dell’Agenzia www.invitalia.it, dalle ore 10.00 alle ore 17.00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a partire dal giorno 18 ottobre 2023.

Ciascuna impresa proponente può presentare una sola domanda di agevolazione, fatta salva la possibilità di presentarne una nuova in caso di rigetto dell’istanza in esito alla relativa istruttoria.

Ai fini dell’accesso alle agevolazioni, l’impresa proponente è tenuta a presentare la seguente documentazione, redatta secondo gli schemi resi disponibili nell’apposita sezione del sito dell’Agenzia e pubblicati, altresì, nel sito internet del Ministero (www.mimit.gov.it):

  1. domanda di agevolazione;
  2. piano d’investimento;
  3. dichiarazione concernente i dati contabili utili per il calcolo del punteggio attribuibile per il criterio “Caratteristiche del soggetto proponente”;
  4. dichiarazioni in merito ai dati necessari per la richiesta delle informazioni antimafia;
  5. dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà resa in ottemperanza alle disposizioni in materia di antiriciclaggio;
  6. nel caso in cui l’impresa proponente sia associata o collegata, prospetto recante i dati per il calcolo della dimensione d’impresa;
  7. eventuali preventivi relativi alle spese da sostenere per i beni individuati dal programma;
  8. computo metrico estimativo delle opere murarie e assimilate, qualora previste nel programma di investimento, redatto da un tecnico abilitato, recante, in calce, la firma del tecnico e il timbro con gli estremi di iscrizione all’albo professionale;
  9. nel caso dei programmi caratterizzati da un particolare contenuto di sostenibilità ambientale, documentazione probatoria idonea, nell’ambito dell’attività di valutazione dell’istanza, alla definizione del punteggio inerente all’indicatore “Sostenibilità ambientale del programma di investimento”;
  10. copia della certificazione della parità di genere eventualmente posseduta alla data di presentazione della domanda e conseguita almeno a decorrere dal 31 dicembre 2022.

La domanda di accesso alle agevolazioni e i relativi allegati devono essere firmati digitalmente dai soggetti individuati dalla procedura informatica, pena l’improcedibilità della stessa.

Ai fini del completamento della compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni, è richiesto il possesso di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva, registrata nel Registro delle imprese, come previsto dalle norme vigenti in materia, il cui accertamento è effettuato in modalità telematica dalla procedura informatica.

L’iter di presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni è articolato nelle seguenti fasi:

  • compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 20 settembre 2023;
  • presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 18 ottobre 2023.

A seguito della presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni, all’impresa richiedente viene comunicato il Codice unico di progetto (CUP) che deve essere riportato su ciascun giustificativo di spesa connesso al programma di investimento agevolato.

Le agevolazioni saranno concesse nei limiti della dotazione finanziaria tenuto conto della riserva in favore dei programmi proposti da micro e piccole imprese. La chiusura dello sportello per la presentazione delle domande sarà disposta con provvedimento del Direttore generale per gli incentivi alle imprese del Ministero, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Le domande di accesso alle agevolazioni saranno ammesse alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico giornaliero di presentazione. Le domande presentate nello stesso giorno saranno, a tal fine, considerate come pervenute nello stesso istante, indipendentemente dall’ora e dal minuto di presentazione.

Qualora le risorse finanziarie residue disponibili risultino insufficienti per consentire l’accoglimento integrale delle domande presentate nello stesso giorno, le domande stesse saranno ammesse all’istruttoria, fino a esaurimento della predetta dotazione finanziaria residua, in base alla posizione assunta nell’ambito di una specifica graduatoria di merito

 


PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

Riferimento: Francesco Lo Sapio - Lavoro, Affari Sociali e Impresa
Telefono: 081.5836.274 | E-mail: losapio@unindustria.na.it

Area Stampa

Gallery Fotografica

Multimedia

GGI

GPI

Eventi e Scadenze

  • 16 luglio 2024 10:00
     Webinar Regolamenti UE su Batterie e FGAS. Prossimi adempimenti per le imprese
SERVIZI, GRUPPI E SEZIONI, SPORTELLI

 

Campania DIH  Campania DIH  PRIDE  GA. FI.  Fondimpresa