L’INAIL ha pubblicato il Bando ISI 2012 (Incentivi alle imprese per la sicurezza sul lavoro): i contenuti sono illustrati nella scheda e annessi documenti allegati, predisposti dallo stesso Istituto.

Il bando prende avvio il 15 gennaio p.v. ed ha una prima data di scadenza, fissata al 14 marzo p.v.

I criteri del finanziamento ripercorrono sostanzialmente quelli del bando 2011; segnaliamo tuttavia l'introduzione di una notevole innovazione che Confindustria chiedeva da tempo: la finanziabilità degli interventi realizzati a decorrere dal momento della presentazione definitiva della domanda on line (cioè dal 15 marzo 2013) e non da quello della comunicazione dell’esito positivo della verifica da parte dell’Inail, come avveniva in precedenza.

L'accoglimento di questa istanza consente così alle imprese di iniziare l'investimento già dal 15 marzo 2013 (punto 7 del bando: "Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 14 marzo 2013") senza dover attendere la chiusura delle procedure e l'approvazione della domanda da parte dell'Inail (si rileva, a questo proposito, che - ad oggi - non è ancora possibile - per molte delle aziende che hanno utilmente partecipato al bando 2011 - l'avvio del progetto in quanto è ancora in corso l'istruttoria da parte dell'Istituto).

Resta, ovviamente, fermo che – in caso di rigetto della domanda – ogni onere resterà a carico dell’impresa.

Modalità

Anche quest’anno verrà utilizzato lo strumento del bando a sportello, secondo quanto previsto dal D.Lgs 123/1998.

Aree di intervento

Sono riferite alle PMI, alle imprese agricole, ai settori produttivi a maggior rischio, ai progetti per la riduzione del rischio amianto, alle iniziative condivise con  le parti sociali, agli interventi che prevedano anche l’adozione di buone prassi emanate dalla Commissione consultiva permanente.

Segnaliamo che per quest’anno il finanziamento è esteso anche al settore marittimo.

 

Punteggi

Sono determinati da diversi fattori, generali per tutte le aziende o specifici, in funzione dell’intervento realizzato. Ad esempio, dimensioni dell’impresa in modo inversamente proporzionale, rischiosità della lavorazione secondo il tasso di tariffa, ricorso a buone prassi, iniziative in settori produttivi individuati a livello regionale, percentuale di lavoratori coinvolti, eliminazione di rischi specifici, efficacia della misura prevista, implementazione di sistemi di gestione certificati o di modelli organizzativi ex D. Lgs 231/2001, coinvolgimento delle parti sociali.
Una particolare attenzione è dedicata ai sistemi di gestione e ai modelli organizzativi (aspetto di interesse per le imprese di maggiori dimensioni), la cui adozione prevede un punteggio particolarmente elevato (da 75 a 85 punti).

Seminario 5 febbraio

Allo scopo di illustrare alle aziende associate le modalità di partecipazione al bando, Vi informiamo che, in collaborazione con il Consorzio Co.Si.La e la Direzione Regionale INAIL, stiamo organizzando per martedì 5 febbraio p.v. alle ore 15,00 – presso la nostra sede - un Seminario informativo che si terrà secondo programma in corso di definizione.

Seguirà successiva comunicazione sull’iniziativa.
 

Scarica questo file (69_msginail.pdf)allegato 14313 kB
Scarica questo file (2012_campania_isi.zip)Campania zip1926 kB

PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

Riferimento: Cristiana Borrelli - Lavoro e Affari Sociali
Telefono: 081.5836.220 | E-mail: borrelli@unindustria.na.it