E' stato pubblicato dall'Unione Europea il bando per la "progettazione, realizzazione, promozione e il marketing di itinerari di turismo accessibile”.
Per “turismo accessibile” si intendono quei servizi e quelle strutture che possono permettere a persone con speciali necessità di mobilità, sia permanenti che temporanee, di godere delle vacanze e del tempo libero senza incontrare particolari ostacoli. Sono quindi servizi turistici rivolti a tutti, e in particolare a persone con bisogni specifici, come persone con disabilità o persone con limitata mobilità.

Per “itinerari di turismo accessibile” sono da intendersi tutti quei prodotti turistici che siano il risultato una combinazione di diversi pacchetti turistici, da quelli più tradizionali (servizi di ospitalità, di catering,di informazione etc.) a quelli più innovativi e sofisticati (quali itinerari enogastronomici, servizi di diving etc.). L’importante è che ciascuno degli elementi che compongono l’itinerario turistico proposto sia in grado di assicurare servizi di “turismo accessibile”.

Azioni del bando 2013 e priorità
Il bando co-finanzierà azioni che riguardano la progettazione, attuazione, promozione e il marketing di itinerari di turismo accessibile che permettano ai turisti con esigenze specifiche di accesso di godere pienamente di esperienze turistiche diverse e piacevoli ad un prezzo giusto, al pari di tutti gli altri turisti.
Lo scopo ultimo è quello di migliorare e rendere la catena dell’offerta turistica più accessibile.
Nell’implementazione dell’azione dovrà essere dedicata un’attenzione specifica alla formazione del personale, al rafforzamento delle competenze del personale coinvolto e alla diffusione di strumenti/guide di suporto, in modo da assicurare i più alti livelli di accessibilità e qualità.

Risultati attesi
Le proposte progettuali dovranno raggiungere i seguenti risultati:
a. creare nuove partnership ed una migliore cooperazione tra le autorità locali, le organizzazioni e agenzie coinvolte nel settore turistico, i tour operators, in particolare le PMI, gli enti di formazione ed i rappresentanti delle persone con disabilità; b. una maggiore attenzione ai temi accessibilità nell’ambito delle strategie turistiche; c. creare un insieme di destinazioni, attrazioni, siti, servizi turistici accessibili, di qualità ed a prezzi accessibili che possano essere adeguatamente diffusi; d. attrarre nuovi turisti ed incrementarne i flussi in periodo di bassa stagione; e. assicurare un ritorno positivo per le PMI e per le micro imprese.

Criteri di eleggibilità per i candidati
ll proponente deve operare nel contesto di un partenariato comprendente:
a. almeno 4 PMI operanti da almeno 2 anni in una delle seguenti attività: sistemazione turistica, catering, agenzie viaggi e tour operator, attrazione turistica, intrattenimento, trasporti turistici, altri campi turistici coerenti con la proposta progettuale.
Imprese che operano in settori diversi da quelli elencati possono partecipare al progetto come subfornitori
La presenza di piccole o micro imprese all’interno del consorzio, anche se non obbligatoria, verrà considerata come un valore aggiunto in sede di valutazione della proposta
b. almeno uno fra le seguenti categorie di soggetti: Ministero del turismo, Organizzazione nazionale per il turismo (incaricata della promozione turistica nazionale), autorità regionale/locale pubblica o rete/associazione fra autorità pubbliche regionali/locali;
c. possono inoltre essere proponenti o membri del partenariato le seguenti organizzazioni (a condizione che operino in campi strettamente collegati con la proposta progettuale): istituzioni accademiche o di formazione, camere di commercio, industria e artigianato, ONG, organizzazioni senza scopo di lucro, organizzazioni della società civile, fondazioni, think tank, organizzazioni dei disabili e organizzazioni di beneficienza; organizzazioni ombrello, reti, federazioni di enti pubblici/privati le cui attività chiave ricadono nei settori turismo e politica regionale; organizzazioni internazionali, imprese operanti nei settori sopraindicati, organizzazioni nazionali/regionali/locali per il turismo, pubbliche o private, enti pubblici o privati la cui attività preponderante riguardi il turismo.

Finanziamento della Ue
La percentuale del co- finanziamento europeo è del 75% dei costi eleggibili.
L’importo massimo finanziabile per progetto è di 125.000 euro e verranno selezionati fino a 8 progetti.

Calendario
La scadenza per la presentazione delle domande di candidatura è il 22 ottobre 2013.
Le candidature vanno presentate esclusivamente in modalità elettronica accedendo al sito di pubblicazione del bando: https://ec.europa.eu/research/participants/submission/manage/login?callId=102-G-ENT-PPA-13-511.
I progetti avranno una durata massima di 18 mesi.

Siti di riferimento
Sito web del programma dove reperire tutti i documenti per partecipare al bando : http://ec.europa.eu/enterprise/newsroom/cf/itemdetail.cfm?item_id=6889.


PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

Riferimento: Cristiana Borrelli - Economia d’Impresa e Internazionalizzazione
Telefono: 081.5836.220 | E-mail: borrelli@unindustria.na.it

Centro Studi

Area Stampa