33 nuove aziende italiane sono entrate ieri in ELITE grazie alla partnership con Intesa Sanpaolo, nel quadro della ormai consolidata collaborazione con Confindustria.

Le nuove imprese appartengono a diversi settori di eccellenza dell’economia italiana e oltre il 40% proviene dalle Regioni del Centro-Sud. Il loro fatturato aggregato è pari a 1,9 miliardi di Euro, mentre il fatturato medio per impresa è pari a circa 60 milioni di Euro.

Tra le società ammesse c’è anche la Sigma, associata Unione Industriali Napoli, che si occupa della distribuzione automatica di alimenti e bevande.

Ricordiamo che per partecipare al Progetto ELITE, le aziende devono rispettare dei requisiti fondamentali: forte orientamento alla crescita, risultato operativo in percentuale sul fatturato maggiore del 5%, ultimo bilancio depositato in utile e fatturato minimo di 10 milioni di euro.

Accedere al Progetto ELITE rappresenta un passo di grande importanza in quanto, fin dall’inizio, si entra a far parte di un gruppo ristretto di imprese meritevoli che possono usufruire di significativi vantaggi sul mercato dei capitali e di una piattaforma di servizi integrati costituiti da competenze industriali, finanziarie e organizzative, contribuendo allo sviluppo manageriale e organizzativo della società e al rafforzamento del brand e posizionamento sul mercato.

Il Desk Unione Industriali Napoli, dalmontecasoni@unindustria.na.it, è a disposizione per qualsiasi approfondimento e per raccogliere le candidature delle aziende associate.


 

 


PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

Riferimento: Paolo Dal Monte Casoni - Strumenti di Politica Industriale
Telefono: 081.5836.402 | E-mail: dalmontecasoni@unindustria.na.it

Centro Studi

Area Stampa